Sabato 9 Marzo: conferenza “Avvicinarsi all’Arcangelo Michele”

Cari amici,
Sabato 9 marzo alle ore 17:30 siete tutti invitati in libreria alla conferenza “Avvicinarsi all’Arcangelo Michele” e presentazione libro a cura di Paola Bizarri.
Vi ricordiamo che l’ingresso è libero ed è gradita prenotazione al numero 075 5729198 o all’indirizzo email news@cavouresoterica.it

Questo libro nasce dalla necessità di far conoscere “chi è” l’Arcangelo Michele a più persone possibili. Michele è colui che ci preserva dal buio e dalle tenebre, per questo è così importante poterci avvicinare a Lui.
“Quis ut Deus?” Il suo nome significa : “Chi è come Dio?”. L’Arcangelo Michele combatte lo spirito di superbia e di ambizione, combatte l’ego, il buio e le negatività. Con umiltà e dedizione, in mezzo all’indecisione degli angeli nella loro prova, risuonò il grido di “Quis sicut Deus?”. Egli si gettò in una fede incrollabile sulle parole di Dio contro Lucifero, richiamò a ragione gli angeli ancora rimasti fedeli a Dio e creò la SCHIERA DELLE MILIZIE CELESTI, a fianco di Dio. Egli si gettò nella lotta non con le sue forze, ma con la forza di Dio, che gli diede il compito, da quel momento, di proteggere l’intera umanità!. Dunque, Michele, che sta al nostro fianco da sempre, ci indica qual è la priorità da affrontare OGGI come compito importante nella nostra vita: ritrovare maggiormente EQUILIBRIO e PACE, volgendo così verso l’EVOLUZIONE. Tale equilibrio viene raggiunto con una pacatezza mentale, pacatezza di azione e pacatezza di sentimento; ogni cosa può essere realizzata e raggiunta quando si ha la PACATEZZA interiore. Ciò significa che ad ogni AZIONE che l’uomo esegue, ci si avvicina sempre più a piani superiori spirituali che, attraverso una nuova luce di coscienza, permettono la realizzazione vera di se stessi, grazie all’aiuto concreto che ci arriva da Michele.
Aïvanhov afferma: “Le forze presiedute dall’Arcangelo Michele sono forze di equilibrio, di giustizia, quindi di discernimento tra il buono e il cattivo in vista di liberare ciò che è bene e di trasformare ciò che è male. Ma il bene e il male sono così strettamente uniti che non li si può separare prematuramente senza provocare lacerazioni. L’arte di separare i contrari è la più difficile che ci sia; ed è in natura che gli Iniziati si sono istruiti in quest’arte. Non è facile separare la noce dal suo mallo, ma la natura sa come farlo: essa lascia maturare il frutto, il mallo si apre da solo e la noce si
libera. Questa separazione è il simbolo della maturità. “
Michele ci invita a diventare numerosi FARI DI LUCE, a trasformarci in guerrieri come lui, ad accendere dentro di noi volontà nuova ed energia vitale nuova, a prendere in mano la spada che ci è stata affidata, a lottare per le cause buone e a difenderle a spada tratta, costi quel che costi, a proteggere noi stessi,(anche dalle nostre stesse ombre) ed infine, a proteggere l’ambiente e l’intero Creato.

Michele, che regge l’equilibrio tra cielo e terra, tra spirito e materia, ci invita ad essere più luminosi, più forti, ci invita a stare maggiormente in comunione con coloro che similmente vibrano come noi, e con le persone con le quali possiamo condividere scopi comuni, ci invita ad essere testimoni e ad essere di esempio per coloro che ancora non vedono la luce, ci invita a prendere coscienza della sacralità delle cose.
Su questi fondamenti, è l’Arcangelo che guida l’opera del RISVEGLIO DI COSCIENZA dell’umanità.
“E’ ormai tempo di svegliarvi dal sonno !!”: così scriveva l’apostolo san Paolo ai Romani, per scuoterli dal torpore spirituale in cui erano caduti. Il grido di san Paolo è risuonato sempre nella storia della Chiesa e oggi risuona nella coscienza di tutti i cristiani con una rinnovata urgenza.
Michele ci stimola in tanti modi, ma siamo noi che dobbiamo vincere l’attrito, superare quella pigrizia, che ci trattiene dal fare lo sforzo sufficiente per oltrepassare la soglia del nostro sonno spirituale, per dirigersi verso una nuova luce vitale, contornata solo di amore e gioia piena. Egli passa in mezzo a noi, è presente nella nostra vita, ma noi rischiamo di non riconoscerlo; perché ci siamo assopiti, alcuni forse si sono addirittura addormentati. Ecco perché lo Spirito Santo oggi grida in mezzo a noi «E’ ora di svegliarci dal sonno».
Si tratta di un libro testimonianza, con un vasto contenuto di esperienze personali vissute dall’autrice, aventi lo scopo di far conoscere meglio al lettore le sfere angeliche e di far comprendere come poter collaborare soprattutto con l’Arcangelo Michele, Essere di Luce, pronto a condurci sulla VIA DELLA PACE E DELL’AMORE CRISTICO!
Sì, questo libro è un sincero ATTO DI TESTIMONIANZA dell’OPERA che può fare Michele sugli uomini, suoi protetti. Infatti, l’intento dell’Universo, in questo tempo epocale, è quello di indurre a collaborare fattivamente ANGELI e UOMINI, due rami dell’infinita famiglia di Dio, poiché l’obiettivo finale di tale collaborazione è l’elevazione del genere umano… e di questo dovremmo esserne grati al Cielo, che ci sta offrendo così tanto! PACE E BENE, a voi … e buona lettura!
Paola Bizarri