Aritmosofia – Arturo Reghini

Aritmosofia
Arturo Reghini

Il volume è una ristampa dell’opera dell’esoterista italiano Arturo Reghini, costituita da una serie di regole e di teoremi sui numeri, che, partendo dal loro aspetto di simboli aritmetici, divengono via via gli elementi di un complesso linguaggio iniziatico. L’opera di Reghini, più che un punto di arrivo è, infatti, un punto di partenza: alcuni passaggi matematici talvolta appena abbozzati costituiscono motivo di approfondimento e di nuove scoperte.

Arturo Reghini (Firenze, 12 novembre 1878 – Budrio, 1 luglio 1946) matematico, filosofo, esoterista. Si laurea in matematica all’Università di Pisa, dedicandosi all’insegnamento della materia in vari istituti superiori in Toscana, a Roma e in Emilia Romagna. Nel 1898 entra nella Società Teosofica e ne fonda la sezione romana. Nel 1903, fonda a Palermo la Biblioteca Teosofica. Viene iniziato al Rito di Memphis a Palermo e successivamente, a Firenze, fonda la loggia “Lucifero”, alle dipendenze del Grande Oriente d’Italia. È riconosciuto come uno dei “padri spirituali” del Rito Simbolico Italiano, costituito all’interno del Grande Oriente d’Italia. Fondò diverse riviste nelle quali espresse le sue idee: Leonardo (1906), Atanòr (1924), Ur (1927) con Julius Evola e Giulio Parise, Ignis (1929). Ha ottenuto pubblici riconoscimenti dall’Accademia dei Lincei e dall’Accademia d’Italia per la sua opera sulla geometria pitagorica.