“La Dimora degli Elohim presenta: I Significati Esoterici del Pentacolo” di Roberto Giovagnoni

La dimora degli Elohim presenta:

I SIGNIFICATI ESOTERICI DEL PENTACOLO

Tu sei fatto di amore, è questa la vera natura della “materia sottile” da cui hai avuto origine.
L’amore è la tua essenza, la parte di te più vera e più pura. L’amore pervade la creazione e tutte le creature, impregna di se l’intero universo facendo prendere vita ad ogni cosa. Non è facile riconoscerlo poiché esso non ha forma, non può essere quantificato, né descritto.
L’amore è un equilibrio che ti permette di far emergere l’energia benefica attiva dentro di te da sempre. L’amore rappresenta il collante che tiene uniti gli universi, la trama dorata che ti lega con gli altri esseri viventi e ti permette di vincere ogni tenebra e riconoscere ed accettare qualsiasi paura.

E’ importate per te e per il tuo benessere fortificare sempre più il tuo amore.

In questo breve articolo prenderemo in esame un antico simbolo dell’amore cosmico universale, oggetto di tante interpretazioni differenti e controverse, il Pentacolo.

Il Pentagramma come la luce di una Stella brilla nella notte dell’anima. La sua brillantezza ti dimostra quanto le forze delle tenebre siano illusorie. Esso ci da evidenza del fatto che esiste soltanto la realtà della Luce, e se anche i nostri occhi non possono comprenderne tutte le manifestazioni, essa risplende sempre in ogni luogo ed in ogni cosa….

Significati esoterici del Pentacolo

Il Pentagramma è il simbolo del libero arbitrio: l’uomo infatti, dalla disposizione in cui si pone rispetto alla Stella a cinque punte, può scegliere nella sua esistenza la propria strada; quella dell’evoluzione o quella dell’involuzione, il sentiero che facendogli integrare dentro di se le Energie Divine lo fa co-partecipare alla creazione ed alla bellezza di ciò che esiste (visibile ed invisibile), oppure il percorso dell’arroganza e dell’orgoglio, la via che lo allontana dagli Spiriti Celesti e lo rende succube, in cambio di beni transitori ed effimeri (fama, ricchezza, gloria, potere) delle entità tenebrose.

Il Pentagramma è la rappresentazione del bene, dell’ordine, dell’unità, della luce solare, della potenza dell’azione e della sana Volontà Divina. Per le prime comunità Cristiane si identificava nel “Corpo” di Gesù Cristo, del quale tra l’altro né richiamava a livello fisico le cinque piaghe; esso rappresentava la Divinità di Gesù incarnata che discende sulla Terra per donare la vita Spirituale alla materia: era il Logos, il Verbo Divino.

Presso gli antichi Egizi, il Pentacolo raffigura Horus, figlio del Sole e di Iside, dea della luna. Horus è il Dio che incarna il Fuoco Sacro, la sorgente inesauribile di vita ed il germe universale di ogni essere.

Nei Centri energetici dell’antica saggezza Vedica indiana, invece, il Pentagramma, corrisponde al quinto chakra “vishuddha”, il centro di forza che risiede nel corpo eterico, in corrispondenza del plesso carotideo, della gola; la sede del Verbo Creatore; chi riesce ad armonizzare per mezzo della voce le sue particolari frequenze può modificare la percezione della realtà entrando in sintonia con l’armonia dell’universo.

Per la tradizione magica, il Pentalfa, è la Stella di Luce che splende nelle tenebre , emblema delle forze del bene che lottano per far emergere dal buio della materia la potenza dello Spirito.

La punta più in alto della Stella simboleggia l’Etere (quintessenza), la punta in alto a destra dell’osservatore è l’Aria (lo stato gassoso della materia), la punta in alto a sinistra è l’Acqua (lo stato liquido della materia), la punta in basso a destra è il Fuoco (lo stato della materia in combustione) ed infine la punta in basso a sinistra è la Terra (lo stato solido della materia).

In alcune tradizioni, il Pentacolo nelle sua struttura assume un significato occulto: nel tracciato delle quattro punte si nasconde il simbolo della morte che si contrappone a quello della vita (dicotomia luna-sole); suo guardiano silenzioso è la Dea degli inferi; mentre nell’apice troneggia la corona del suo Creatore, il Signore della Luce. Questa chiave simbolica rappresenta un insegnamento profondo, un ammonimento per le forze contrarie alla vita che vengono informate sempre, per mezzo del pentagramma, del fatto che nell’Universo, manifestazione della Potenza e di Dio, non può esistere una fine definitiva ma solo una trasformazione da una forma di esistenza ad un’altra forma.

La valenza negativa del Pentacolo è il suo contrario: quando il simbolo viene disegnato nella posizione rovesciata, cioè con due punte rivolte verso l’alto, si evidenzia la volontà di chi lo usa nel voler entrare in sintonia con gli spiriti bassi, con entità maligne ed oscure, con larve astrali e altri esseri materici ed eterici dediti al male.

Il Pentacolo e la tua evoluzione

Il variegato e molteplice simbolismo del Pentagramma è un’esortazione a guardarti dentro, ad entrare in risonanza con le parti più nascoste e più vere del tuo essere…

In molte tradizioni il Pentacolo con una sola punta rivolta verso l’alto è un segno benefico che raffigura il corpo umano con le braccia aperte e le gambe divaricate; l’apice della stella riproduce, la testa dell’uomo, le altre quattro punte sono le sue membra…

Se stai leggendo queste parole vuol dire che sei alla ricerca di qualcosa.. qualcosa ancora per te un poco indefinito e non conosciuto…

Quando scruti nel profondo del tuo essere, nel silenzio dell’anima e con la quiete nel cuore, alla fine la Luce della conoscenza si materializza come una tempesta… comprendi quanto per il tuo benessere sia importante conoscere ed essere in armonia prima di tutto con la tua parte materiale… corpo, energia vitale e respiro…
L’armonia del corpo, è armonia della mente e armonia dell’anima.
Essa non dipende dall’età ma dal tuo atteggiamento nei confronti della vita..
Il simbolo del Pentalfa ti esorta a non farti dominare dall’avidità, a non lasciarti impressionare dalla volontà di potenza, a non cercare il potere e la manipolazione, a difendere la dignità dei più deboli e di coloro che non possono difendersi da soli ed a dominare i tuoi sensi e la ricerca affannosa del godimento e del piacere, in modo che, godimento e piacere siano gioia e non ossessione o fatica.

Il Pentacolo ti mostra inoltre l’importanza dell’energia..
Infatti , L’energia scorre dentro di te…. Tutto intorno a te…. la trovi nel cibo… nelle tue emozioni… la scambi con il contatto con la natura e con gli altri….tutto è energia… tutto scorre e si trasforma…. percepiscilo…. Diventane consapevole e potrai comprendere che il tuo corpo è animato da correnti positive e negative…. sole e luna…. cielo e terra…. acqua e fuoco… quando questi elementi si trovano in equilibrio tu godi di perfetta salute e stai nel centro, il luogo della tua pace e della tua armonia… il centro è il nucleo del tuo essere, lo spazio dove puoi fluire liberamente con l’esistenza. Nel centro sei perfettamente a tuo agio con la vita, apprezzi pienamente i suoi doni, provi amore, fiducia, vitalità…. Hai fiducia nell’esistenza e non ti affatichi. Quando sei nel centro concentri la tua attenzione sul respiro.
Il respiro è il primo atto della vita… la dimostrazione che sei una creatura di Dio…. Il respiro ti apre… Il respiro ti dona luce….. Il Pentacolo ti chiede di respirare profondamente ed ascoltare… quando respiri profondamente accetti…. accetti il riso…. un urlo…. un sospiro… il pianto…. non reprimi nulla, ascolti ed inizi finalmente ad essere te stesso.. ad esercitare veramente quel libero arbitrio di cui il simbolo di cui stai leggendo è garante e promotore…

Possa la Luce Illuminare e Custodire sempre il tuo Sentiero!!

A cura di Roberto Giovagnoni, Esperto di Angeli, Counselor professionista e Trainer di training autogeno

Perugia 14 novembre 2017 Roberto Giovagnoni

clicca qui per scaricare tutto l’articolo: il pentacolo