La Filosofia Perenne – Aldous Huxley

Acquista il libro al seguente link, contribuirai alle nostre iniziative. Grazie https://shop.cavouresoterica.it/products/la-filosofia-perenne-aldous-huxley

«Philosophia Perennis: la definizione fu coniata da Leibniz ma la cosa in sé è universale e al di fuori del tempo.
È una metafisica che riconosce una Realtà divina consustanziale al mondo delle cose, delle vite e delle menti; è una psicologia che scopre nell’anima qualcosa di simile alla Realtà divina o addirittura di identico ad essa; è un’etica che assegna all’uomo come fine ultimo la conoscenza del Fondamento immanente e trascendente di tutto ciò che è.
Si possono trovare rudimenti di questa Filosofia Perenne nelle dottrine tradizionali dei popoli primitivi in ogni regione del mondo, mentre nelle sue forme compiutamente sviluppate essa trova posto in ognuna delle religioni più elevate.
Una versione di questo Massimo Comun Divisore di tutte le teologie che precedettero e seguirono fu affidata per la prima volta alla scrittura più di venticinque secoli fa, e da quell’epoca l’argomento, inesauribile, è stato trattato più volte, dal punto di vista di ogni tradizione religiosa e in tutte le principali lingue d’Asia e d’Europa».

Aldous Huxley (1894-1963) è l’autore di numerosi « romanzi di idee », come Giallo cromo e Punto contro punto (Adelphi, 2011 ), e della celebre utopia negativa Il mondo nuovo. A partire dagli anni Quaranta, dopo essersi trasferito negli Stati Uniti, si accostò a filosofie e religioni orientali, da cui trasse ispirazione per LaFiloso-fia Perenne (apparso per la prima volta nel 1945) e Le porte della percezione (1954). Di lui Adelphi ha pubblicato anche L’arte di vedere ( 1989).