La Resurrezione degli uomini e la vita eterna ora sono la nostra realtà

La Resurrezione degli uomini e la vita eterna ora sono la nostra realtà!

di Grigorij Grabovoj

Molti di questi fatti possono essere interpretati come dei miracoli, ma bisogna tenere presente la seguente osservazione: com’è noto, il miracolo non contraddice le leggi della Natura, il miracolo contraddice i concetti che noi abbiamo delle leggi della Natura.

Con questa frase eloquente (che ci ricorda molto l’Ethica more geometrico demonstrata di Spinoza) Grigorij Grabovoj ci offre subito già nell’introduzione una specie di programma di quello che sarà il “tono” di tutto il seguito del libro.

Si tratta di un testo molto interessante che, in uno stile del tutto insolito, fonde insieme nuova fisica, spiritualità e misticismo: infatti spesso l’autore porta a sostegno delle sue tesi alcuni passi del Nuovo Testamento, dei Vangeli, delle Lettere di Paolo e anche dell’Apocalisse.

A prescindere dai particolari insegnamenti sviluppati nell’opera, e dalle presunte prove a conferma di queste teorie, se il lettore avrà un po’ di spregiudicatezza per leggere le cinquecento pagine (e oltre) di questo testo, siamo sicuri che dopo la sua visione del mondo non sarà più la stessa!

E’ vero che esistono già molte pubblicazioni del genere, tuttavia qui l’approccio è molto diverso: intanto perché l’autore è stato anche lo sperimentatore di quello che ci racconta, e poi perché tutti i parallelismi con la letteratura metafisica, spirituale e mistica della tradizione occidentale sono così tanti e calzanti, che la lettura risulterà comunque stimolante a chiunque per ulteriori nuove riflessioni.

Secondo Grabovoj “… tutti gli esseri viventi della Terra si trovano immersi in un campo informativo e tutti gli oggetti del mondo sono quindi uniti tra loro tramite rapporti di informazioni …“. Credo che su questo, oggi che siamo immersi nel “mare” delle informazioni 24 ore al giorno, siamo tutti d’accordo.

Per quanto riguarda invece la codificazione delle informazioni in sequenze numeriche c’è da dire che è un vero mistero, almeno per noi che non abbiamo le capacità chiaroveggenti dell’autore! Tuttavia sembra che i fatti confermino le sue intuizioni: basta andare in “rete” per trovare decine di video con interviste che non lasciano dubbi in proposito …

Tutto sommato la “teoria” è in perfetto accordo con altre analoghe della “nuova visione scientifica”, ed anche a noi piace, però riguardo le applicazioni pratiche non abbiamo sufficienti dati per poter dare un giudizio.

Per concludere vogliamo ricordare quello che disse Bertrand Russell a proposito della matematica: è una scienza nella quale non si sa mai di che cosa si parli, né se ciò di cui si parla sia vero!

A parte le battute di spirito è innegabile il “genio” di Grigorij Grabovoj che sicuramente farà parlare molto di sé nei prossimi anni.

Ps: quanti numeri ci sono tra 0 e 1?

B-Atman