La Très Sainte Trinosophie – Conte di Saint Germain

La Très Sainte Trinosophie
Traduzione integrale del manoscritto unico della Biblioteca di Troyes
Conte di Saint Germain

Il mitico conte di Saint-Germain è figura sospesa tra ciarlatanerìa e saggezza e rispetta in pieno i canoni della temperie culturale in cui vive. A lui è attribuita la Très Sainte Trinosophìe, una curiosa opera mistico-alchemica che per la prima volta si presenta in traduzione italiana. Rene Alleau, nel saggio che precede il volume, opera una vasta ricerca storica sul conte di Saint-Germain, mettendone in luce gli aspetti mitici e quelli reali e cercando di delinearne la complessa personalità.
La Très Sainte Trìnosophie è la « storia » di un viaggio iniziatico e raccoglie in sé tutti gli apporti simbolici di quell’ermetismo, cosi tipico del Settecento, legato alla cultura massonica da una parte e alla tradizione alchemica dall’altra.
Ne sorte, comunque, una lettura affascinante che può essere compiuta a vari livelli e con varie intonazioni di « gusto ». La ricchezza di simboli dell’operetta è realmente enorme e può permettere una attenta e utile serie di decrittazioni, come ancora una vera e propria irruzione del fantastico di cui si deve saper cogliere l’aspetto labirintico sotto la bella specie delle metafore del « sacro ». Non per nulla il viaggio iniziatico si conclude con le parole JE VIS, che possono essere facilmente riconducibili al tetragram-ma sacro nella « langue des oiseaux ».
Seppure opera collettiva, la Très Sainte Trinosophie realizza perfettamente l’archetipo del « viaggio esoterico », trasportando il lettore in una geografia dell’anima difficilmente dimenticabile. Una postfazione di Stefano Andreani descrive brevemente alcuni riferimenti simbolici e indica alcuni possibili modi di lettura.

Saint Germain è un Maestro Asceso, ossia è una di quelle persone che dopo una o più esperienze terrene, realizzano in sé la fusione tra materia e spirito, ottenendo un “corpo di gloria” non più soggetto alle leggi di gravità e di morte. Saint Germain “torna” nei momenti di più intenso cambiamento per trasmetterci i suoi insegnamenti attraverso channelers – quali Azena Ramanda e Claire Heartsong.
Un “channeling” è una “finestra” capace di permettere una comunicazione, in entrambi i sensi, tra il mondo fisico e le dimensioni superiori. essa nasce dalla richiesta di aiuto di tante persone consapevoli della sofferenza che deriva dallo stato di separazione dell’umanità con la propria Sorgente.