Nove Simboli da Vivere – Omraam Michaël Aïvanhov

Nove Simboli da Vivere
Esercizi di ginnastica
Omraam Michaël Aïvanhov

Per canalizzare l’acqua si scavano fossati e canali, per illuminare le case si installano circuiti elettrici…
Quanti esempi possono farci capire che se vogliamo captare e far circolare le energie spirituali che attraversano l’atmosfera, noi pure dobbiamo installare in noi stessi delle canalizzazioni, dei circuiti.
Gli esercizi di ginnastica che facciamo ogni mattina sono un mezzo per captare e far circolare quelle energie.
Le figure geometriche alle quali corrispondono i vari movimenti sono in relazione con determinate forze ed entità spirituali, e quando disegniamo tali figure nello spazio, attiriamo le forze e le entità corrispondenti, affinché vengano a lavorare in noi.
Omraam Mikhaël Aïvanhov

Da Incarnare le verità spirituali:
“Tutti voi desiderate vivere una vita ricca di rivelazioni, di ispirazioni e benedizioni, e vi sembra che, per riuscirci, qualcuno debba svelarvi incredibili segreti. Se vi dicessi che i segreti che attendete consistono in alcuni esercizi semplicissimi, pensereste: «Oh, tutto qui?». Ebbene, sì, i più grandi segreti per vivere tutti i giorni nell’armonia, nella pace, nella gioia e nella speranza consistono in alcuni semplicissimi esercizi, e se li lasciate da parte non saprete mai cosa avrebbero potuto offrirvi.
Prendiamo solamente i nostri esercizi di ginnastica. Sentite fino a che punto sono utili per mantenere l’elasticità, la vitalità e l’equilibrio del vostro corpo? Voi li fate per qualche giorno, dopo di che li abbandonate, e quando volete riprenderli, eccovi già rigidi, pesanti, goffi. È necessario farli con regolarità, come i ballerini, che non lasciano passare un solo giorno senza esercitarsi. Questi esercizi durano appena una decina di minuti: non dite che vi prendono troppo tempo.
Ammettiamo ora che facciate questi esercizi tutti i giorni. Essendo facili, potete anche eseguirli correttamente senza pensare a niente o anche pensando ad altro, ma ne beneficerete davvero solo concentrando in essi la vostra attenzione. Non accontentatevi di sollevare meccanicamente le braccia e le gambe a sinistra e a destra, ma cercate di trovare un giusto ritmo. È così che le cellule delle gambe, delle braccia, del plesso solare, del cervello e di tutto il vostro corpo cominceranno pian piano a vibrare, e un giorno sentirete che state emettendo correnti fluidiche che si propagano armoniosamente nello spazio.
Nel momento in cui iniziate gli esercizi, siate dunque consapevoli che emetterete delle onde e attiverete correnti di energia. Sorvegliate anche la vostra respirazione; contribuirete così all’elasticità del vostro corpo, al ringiovanimento delle vostre cellule, all’equilibrio e all’attività del vostro sistema nervoso.*
Il concetto di ginnastica viene troppo spesso associato al mantenimento del corpo fisico, allo sviluppo dei muscoli, mentre invece per essere in buona salute e avere energie, è principalmente il sistema nervoso che ha bisogno di essere sostenuto, rinforzato, stimolato. Un atleta può avere i muscoli più potenti, ma se il suo sistema nervoso è indebolito, esaurito, egli non solleverà neppure una bottiglia d’acqua. Osservatevi e domandatevi perché in certi giorni potete essere attivi dalla mattina alla sera, fare dieci chilometri a piedi senza essere stanchi, mentre altri giorni vi trascinate faticosamente; eppure avete gli stessi muscoli, ma avete meno energia nervosa. Dunque, con i nostri esercizi di ginnastica è anzitutto il sistema nervoso che cerchiamo di rafforzare, poiché da esso dipendono anche le capacità muscolari.”