Opere Brevi. Trattati e Inni – Shankara

Opere Brevi. Trattati e Inni
Shankara

Nel riproporli abbiamo pensato di lasciar parlare, ove fosse possibile, i sutra stessi avendo loro la capacità di arrivare alla coscienza del lettore che vi si accosti senza pregiudizi. Per tale motivo i commenti ai sutra, necessari e a volte indispensabili per una migliore comprensione dello scritto, sono stati limitati e se certe volte ci siamo dovuti dilungare ciò è avvenuto per presentare aspetti, sia conoscitivi che realizzativi, della Dottrina richiamati dal testo e che potrebbero non essere patrimonio di quei lettori che a Sankara si accostano per la prima volta.
I Trattati spiegano, da una prospettiva filosofica e metafisica, alcune espressioni contenute nelle Upanisad; tra essi risalta l’Atmabodha, un testo basilare che compendia i principi fondamentali dell’Advaita (Non-dualità) e costituisce uno scritto introduttivo per chiunque voglia comprendere questa Dottrina. In quest’opera Sankara sottolinea come la conoscenza-vidya di ordine metafisico sia il mezzo per eccellenza che può affrancarci dalla ignoranza-avidya che verte sulla natura dell’Essere.