Sabato 30 Marzo: conferenza “Unire i Punti. Geomanzia e Ricamo Magico”

Cari amici,
Sabato 30 marzo alle ore 17:30 siete tutti invitati in libreria alla conferenza “Unire i Punti. Geomanzia e Ricamo Magico. Creatività e Intuizione nella Divinazione Femminile” a cura di Laura Primavera Palaia e Monica Gorza.
Vi ricordiamo che l’ingresso è libero ed è gradita prenotazione al numero 075 5729198 o all’indirizzo email news@cavouresoterica.it

“Come fili che intersecano alcuni tra gli strumenti più preziosi della tradizione femminile, una conferenza a due voci che unisce i punti come hanno fatto per migliaia di anni le antiche arti della divinazione e del ricamo convergendo verso il simbolo astrologico. Arti senza tempo che raggiungono il nostro presente per promuovere la riscoperta dei doni del femminile: Unione, intuizione e creatività.
Laura Primavera ci accompagnerà in un’esplorazione simbolica della Geomanzia, “l’Astrologia della Terra” attraverso il simbolo, gli elementi, l’essenza numerologica e la potenza della forma che vede la Terra come specchio del Cielo. L’antichissima arte divinatoria, sorella dell’astrologia, attraversa silente le epoche come strumento chiaro, pulito e pratico per sostenere “la scelta giusta”, il principio della vera Divin-Azione. Vedremo come le figure si legano agli elementi, al principio della polarità, ai pianeti della tradizione astrologica e come si interpreta la divinazione in combinazione con il linguaggio astrologico delle case.
A chiusura di questa parte di conferenza, attraverso le immagini, verrà presentato una dimostrazione pratica di come uno scudo geomantico si calcola, si interpreta e si rappresenta nel tema astrologico, che evolve come trait d’union tra le due arti al centro della conferenza.
Monica mostrerà l’evoluzione del ricamo magico attraverso le varie fasi conducendoci con il suo linguaggio intuitivo e creativo nel cuore di questa arte profonda e primigenia da sempre appartenuta all’universo femminile. Le stelle come ordito e i tarocchi come trama. I transiti planetari come intrecci che modificano la texture e gli archetipi come canovacci eterni che testimoniano il potere di una conoscenza primordiale e preziosissima.
Al termine dell’incontro ci sarà uno spazio dedicato a eventuali domande e curiosità anche pratiche sulle due arti”.