Ultimo messaggio: pillola rossa o pillola blu?

Finalmente siamo arrivati alla fine di questo 2017… è stato un anno particolarmente difficile, forse non per tutti, ma certo di preparazione per l’umanità intera.
Anzi, è stato un periodo di macerazione che, come saprà ogni studioso dell’Arte Regia, è una fase necessaria per accedere a quello stato in cui – si Dieu le veut – si comincia a manifestare una nuova luce, quella Lux Obnubilata di cui l’adepto Crasellame scrive:

“O gran Mercurio nostro, in te s’aduna argento e oro estratto dalla potenza in atto, Mercurio tutto Sol, Sol tutto Luna, trina sostanza in una, Una che in tre si spande. O meraviglia grande! Mercurio, Solfo, e Sal, voi m’apprendete che in tre sostanze voi sol una siete.”

Oggi è proprio la regina delle scienze materialiste – ironia della sorte – a confermare le antiche verità ermetiche. Prendiamo solo un esempio fra tanti, il fisico contemporaneo Augusto Sabbadini, che recentemente ha curato e commentato i classici della tradizione Taoista, scrive:

“La scoperta paradossale a cui siamo arrivati nella nostra discesa nel cuore della materia è che… la materia non esiste! O, detto in altri termini: la materia è qualcosa di profondamente diverso da come ce la rappresentiamo ordinariamente, qualcosa di intimamente connesso, in un senso che ancora non comprendiamo del tutto, con ciò che chiamiamo mente o coscienza.”

Questo modo di vedere oggi non provoca più scalpore, ma siamo davvero giunti alla comprensione profonda di quello che significa? Oppure siamo solo assuefatti a queste nuove teorie, dato che troppo spesso diventano solo argomento di chiacchiera superficiale?

Lasciamo la parola al grande maestro tibetano vissuto nel VIII secolo, Pabmasambhava:

“I riflessi che appaiono nello specchio non sono cose concrete, perché la loro natura è apparente: analogamente, tutte le diverse cose dell’esistenza e gli aspetti della realtà, sebbene appaiano ai nostri sensi e alla mente, non esistono realmente ma sono come un riflesso.”

Quindi ciascuno di noi sarebbe come un “Narciso” che scambiando il riflesso per la realtà sprofonda nel mondo del divenire e della Maya? Si, noi crediamo che la condizione di ogni uomo, e ogni donna, sia quella di chi è prigioniero del suo stesso riflesso…

Come risvegliarsi da questo sogno della coscienza? Certo è che non possiamo stare con le mani in mano, infatti, come ci spiega chiaramente Rodney Collin nel suo testo The theory of eternal life:

La realizzazione dello Spirito implica la trasmutazione della materia. L’uomo deve acquisire prima un’anima, adoperando tutta la sua energia molecolare verso questo scopo finale e in seguito deve imparare come amalgamare quest’anima per un piano ancor più elevato.”

Il nuovo anno che, per così dire, ci attende oltre la “porta senza porta” della mezzanotte fra oggi e domani, è quello che molti di noi aspettavano da tempo, anche se probabilmente c’è chi ha già perso la speranza. Invece, come giustamente dicevano i latini:

Spes Ultima Dea

Finalmente siamo arrivati all’anno della scelta, ora è il momento di scegliere: pillola rossa o pillola blu?

Buon Anno Nuovo, e che sia Nuovo!

B-Atman

Enigma: dal film “Eyes Wide Shut”. Chiave: casa = beth.

Ierofante rosso: Può dirmi la parola di passo, gentilmente.
Bill: Fidelio.
Ierofante rosso: Giusto, signore. Questa è la parola di passo… per l’ammissione. Ma ora vorrei sentire quella per la “casa”.
Bill: La parola di passo per la “casa”?
Ierofante rosso: Sì.
Bill: Mi rincresce, io… Io… temo di averla dimenticata.
Ierofante rosso: Questo è spiacevole. Perché qui non ha importanza se uno l’ha dimenticata o non l’ha mai saputa. Gentilmente, si tolga la maschera. [Bill si toglie la maschera] Adesso si spogli.
Bill: Cosa? Devo… spogliarmi?
Ierofante rosso: Si tolga i vestiti.
Bill: Mi dica, per favore, ehm…
Ierofante rosso: Si tolga i vestiti. O preferisce che li togliamo noi?
Donna mascherata: Basta! Lasciate che vada via! Prendete me! Io sono pronta a riscattarlo!
Ierofante rosso: Tu sei pronta a riscattarlo?
Donna mascherata: Sì!
Ierofante rosso: Sei certa di sapere a cosa ti condurrà il tuo gesto?
Donna mascherata: Sì.
Ierofante rosso: Molto bene. Lei è libero. Ma l’avverto, se cerca di indagare, se dice in giro una sola parola su ciò che ha visto qui le conseguenze saranno terribili per lei e per la sua famiglia. Ha capito?